Spoleto in tavola

Spoleto in tavola

I percorsi enogastronomici nella zona dello spoletino sono un viaggio attraverso i saperi, gli usi e i costumi dell'uomo, della cultura secolare dei suoi antichi abitanti, tramandataci dalle popolazioni Etrusche, dagli Umbri, dai Romani e soprattutto dalla sapienza delle donne in cucina. I piatti tradizionali umbri presentano particolari caratteristiche ed una grande varietà di gusti; una terra devota alla buona cucina e ai frutti della natura, ecco perché ogni piatto trova la sua giustificazione, per gli ingredienti e per la loro preparazione, nell'ambiente geografico in cui è nato.

Il paesaggio dello spoletino e molto vario: dalla montagna dove si produce e si consuma il formaggio pecorino, la lenticchia, il tartufo nero la carne di capretto, il farro; alla collina dove si consumano prevalentemente i fagioli, gamberetti di fiume, lumache.
Molte ricette sono giunte quasi inalterate ai nostri giorni, e le troviamo come patrimonio culturale tramandato dalle "nonne".

Il territorio integro ed incontaminato dà prodotti genuini e saporiti come anche il miele di buona qualità in tutta la regione, l'olio extravergine d'oliva, usato in cucina come condimento base, il formaggio pecorino per condir le paste fatte in casa di varie fogge e preparate con tecniche diverse, come gli strangozzi, pappardelle, sbringoli, maltagliati, frascarelli. Le carni più usate sono quelle di maiale, che forniscono la materia prima per la preparazione di salumi e insaccati, nonché le carni di pollo, di coniglio e di agnello. Gli arrosti tradizionali sono cotti allo spiedo e sapientemente "pilottati" cioè il lardo avvolto in carta paglia infiammata viene fatto sgocciolare sull'arrosto, rendendolo particolarente gustoso.

Il Tartufo, molto conosciuto ed apprezzato nella zona tra Norcia e Spoleto, di qualita nero ed estemamente profumato, impreziosisce in cucina numerosi piatti, dalle paste fresche alle carni, alle stepitose frittate.

Il Sedano di Trevi, coltivato tra Trevi e il fiume Clitunno ha un cuore tenero e carnoso. È speciale assaporato crudo o "a parmiggiana". Con gli Asparagi selvatici, prodotto staginale tra Aprile e Giugno, si preparano ottimi condimenti per le paste come gli strangozzi. Tra i prodotti da forno primeggiano il Pane di Strettura, che ancora oggi viene cotto a legna in forni di mattoni, viene prodotto in un piccolo ed antico paesino posizionatotra Spoleto e Terni.

A tutto questo si aggiunge la tradizione dilciaria, di cui molte ricette sono state tramandate solo oralmente come la Crescionda, l' Attorta...

top