Percorso n. 9

Ex Ferrovia Spoleto-Norcia

Stiamo parlando dell'antica ferrovia umbra che collegava Spoleto a Norcia, che come molte linee ferroviarie "minori" che un tempo percorrevano monti e colli dell'Italia centrale, ne è rimasta traccia solo nella memoria dei più anziani.

Con il suo tracciato ardito e pittoresco, rappresentava uno dei capolavori ingegneristici ferroviari, costruita nel 1926 e smantellata nel 1968, era il mezzo di unione tra la Valle Umbra e la Valnerina, importanti vallate separate dal Monte Fionchi.

Non più utilizzato, il vecchio tracciato è sfruttato oggi come itinerario cicloturistico e di trekking offroad, di grande suggestione.

L'antico e pittoresco tracciato della ferrovia è lungo circa 51 km. e attraversa un territorio molto vario, raggiungendo massime pendenze del 45%.

Si parte da Spoleto a 331 m slm per arrivare alla frazione della Caprareccia situata a quota 590 m slm.

Il suo punto più alto è la galleria di Forca di Cerro, lunga 1936 m, che raggiunge quota 624 m.

Il percorso è pieno di opere spettacolari come il ponte sul torrente di Cortaccione alto 60 m sotto al quale ci sono ritrovamenti di epoca romana, un viadotto sinusoidale che permette di attraversare la strada principale.

Dopo il valico inizia una lenta discesa di circa 9 km con pendenze che vanno dal 37% fino al 45% in un susseguirsi di tornanti (le famose "sei svolte").

Il paesaggio è pieno di piccoli ed antichi castelli, viadotti e gallerie, ed in particolare dopo una di queste ad andamento elicoidale lunga 450 m si arriva a Norcia dopo aver attraversato una valle dal meraviglioso e lussureggiante color verde.

Dietro a circa 100 metri di mura medioevali si nasconde l'ormai abbandonata stazione di Norcia.

top